History

Studi di registrazione, stazioni radio e televisive nonché teatri d'opera e palcoscenici famosi in tutto il mondo si affidano ai prodotti AKG. Musicisti ed artisti di fama internazionale sono andati spesso in scena accompagnati dai nostri microfoni e dalle nostre cuffie d'alta qualità. AKG è oggi uno dei maggiori produttori di microfoni, cuffie e apparecchi wireless d'alta qualità. Ecco, in breve, la storia di uno dei marchi più famosi nel mondo dei sistemi audio professionali.

AKG è stata fondata a Vienna nel 1947 da Dr. Rudolf Goerike e Ernst Pless ed è diventata presto uno dei maggiori attori nel mondo del suono. Dire che oggi AKG è sinonimo di "buona qualità" è troppo poco, si dovrebbe piuttosto parlare di suono "superiore", interprete di grande passione per la musica unita a massima qualità e innovazioni d'avanguardia. Pochi mesi dopo la fondazione della società, i primi microfoni AKG venivano utilizzati in stazioni radio, teatri e club jazzistici. All'epoca i prodotti (la serie AKG DYN) venivano fabbricati a mano da cinque operai.

Nel 1949 le prime cuffie AKG facevano la loro apparizione sul mercato. Successivamente, all'inizio degli anni '50, AKG faceva un nuovo passo avanti con svariati nuovi prodotti: si trattava di prodotti del tutto nuovi quali il D 12, il primo microfono a condensatore di tipo cardioide d'alta qualità al mondo, il C 12, il primo microfono elettrostatico multi pattern a comando remoto al mondo e il D 36 che entravano così a far parte della storia dell'acustica. Uno dei primi clienti ad acquistare il famoso microfono C12 è stata la BBC di Londra.

Sviluppo mondiale di AKG

Con il crescente successo AKG si espandeva anche geograficamente con una filiale in Germania fondata nel 1955. Alla fine degli anni '50 la rete mondiale di distribuzione AKG si estendeva ad altri paesi d'Europa e al di fuori dell'Europa. Negli anni '60 AKG iniziava ad esportare con successo nei paesi dell'ex Blocco sovietico e in America Latina. Sempre attenta ad offrire prodotti d'alta tecnologia, AKG si concentrava su quanto riusciva a produrre al meglio: trasduttori audio d'alta qualità. Sono nati così prodotti eccezionali in tutte le categorie. Negli anni successivi AKG lanciava i primi microfoni al mondo a condensatore cardioide a 2 vie (D 202, D 224) e sviluppava il sistema modulare di microfoni a condensatore CMS.

Gli anni '70: innovazioni AKG a ritmo costante

Negli anni '70 AKG proseguiva nella scia degli anni '60 presentando un'innovazione dopo l'altra. L'azienda apriva il decennio presentando la BX 20, la prima unità di riverbero in studio veramente portatile. Nel 1972 un francobollo speciale emesso dalle Poste Britanniche per celebrare il 50° anniversario di nascita della BBC, riproduceva gli storici microfoni insieme a modelli ricavati dal catalogo AKG. Un anno dopo alla AKG veniva riconosciuto il 1000esimo brevetto. Contemporaneamente l'azienda presentava le cuffie "aperte integrate" K 140. A questi hanno fatto seguito molte altre innovazioni quali il sistema di sospensione trasversale (TS) AKG, le prime cuffie a 2 vie e la linea di microfoni realmente vocali che consolidavano la fama internazionale dei prodotti d'alta qualità AKG.

Alla fine degli anni '70 l'azienda firmava i primi contratti pubblicitari con Frank Sinatra, Roger Whittaker, Falco e altri artisti. In qualità di azienda leader nel settore tecnologico, AKG è stata la prima a perfezionare la promettente tecnologia digitale. L'azienda utilizzava con successo le prime unità durante i Giochi Olimpici a Mosca (1980). Successivamente ha continuato a presentare innovazioni digitali quali l'unità di riverbero analogica/digitale BX 25 ED e i microfoni a condensatore stereo a membrana larga dotati di elettronica a stato solido avanzata.

AKG si presenta al grande pubblico

Nel 1984 AKG si presentava al grande pubblico e iniziava una nuova fase di grandissima crescita. Nel 1985 nasceva la filiale statunitense di AKG, seguita da altri progetti d'espansione quali l'acquisizione di dbx® Professional Products nel 1989. L'azienda ha continuato ad espandersi fino all'inizio degli anni '90 con acquisizioni in Gran Bretagna, Germania e altri paesi.

L'espansione è stata una strategia chiave anche per quanto riguarda i prodotti AKG: agli inizi degli anni '90 AKG raggiungeva lo spazio grazie al progetto spaziale "Audimir" che ha adottato prodotti AKG per simulazioni spaziali al di fuori dell'atmosfera terrestre. AKG continuava ad espandere la gamma dei propri prodotti e ad incrementare il proprio successo con una nuova generazione di microfoni denominata serie K; i microfoni dinamici professionali della serie Tri-Power con un corpo ergonomico di forma triangolare; il sistema modulare di microfoni della serie AKG Blue Line; il nuovo microfono a zona di pressione C547 e i microfoni a collo di cigno "slim line" C 621 e C 647 per palcoscenico o ancorabili allo strumento.

AKG entra a far parte della Harman International

Nel 1994 AKG è divenuta parte della Harman International Industries, Incorporated. Gli anni successivi hanno visto la ristrutturazione e l'ampliamento della gamma di prodotti e della strategia di distribuzione. È stata ampliata la linea di microfoni wireless con prodotti eccezionali usati da Rod Stewart, Peter Gabriel e i Simply Red durante le loro tourné. Nel 1995 è stato presentato il sistema a doppia membrana più piccolo al mondo, CK 77/C 577, con un suono eccezionale, più piccolo di un unghia e studiato appositamente per l'uso in teatri, riprese televisive e cinematografiche. AKG ha sviluppato anche i nuovi microfoni economici della serie Performer adatti per karaoke, registrazioni domestiche e rappresentazioni musicali dal vivo.

Il successo è continuato per tutti gli anni '90: AKG ha presentato innovazioni di prodotto quali il sistema microfonico wireless multi canale WMS 60, la serie AKG Hearo e il C 4000 B, il primo microfono elettrete con doppio diaframma largo. Con il nuovo millennio la AKG ha focalizzato ancora di più i propri obiettivi sui propri prodotti fondamentali. Presso la sede R&D di Vienna è stata implementata una nuova strategia produttiva per rafforzare la posizione di leader tecnologico della AKG nel mondo dei sistemi audio professionali.

Nuova fama con il 60° anniversario

Nel 2007, AKG ha celebrato il 60° anniversario dalla propria fondazione, ma, invece di rivolgersi al passato, ha proiettato lo sguardo verso un futuro brillante con un'ulteriore crescita. Oltre allo sviluppo di nuovi mercati geografici, ha focalizzato i propri sforzi sul posizionamento strategico di AKG su mercati esistenti e nuovi. Per raggiungere questi obiettivi, il marchio è stato rilanciato con un nuovo logo aziendale ed una nuova immagine del marchio. Nel 2007 AKG ha lanciato molti prodotti nuovi ed innovativi. Con queste e molte altre attività, AKG spera di mantenere la propria fama nel mondo dell'audio professionale con i propri microfoni e le proprie cuffie d'alta qualità.

AKG sui palcoscenici di tutto il mondo

I microfoni e le cuffie AKG vantano una lunga storia di tourné e registrazioni in studio con artisti internazionali quali Frank Sinatra, Eric Clapton, Peter Gabriel, Stevie Wonder, gli Aerosmith, i Rolling Stones, Rod Stewart, Anastacia, Eros Ramazzotti, Kanye West e i Simply Red. Non è solo rispettata a livello internazionale, AKG ha anche molti sostenitori vicino a casa: Falco, la pop star austriaca più famosa al mondo, usava i prodotti AKG come pure la nuova stella nascente nel mondo musicale austriaco Christina Stürmer.

Alcuni eventi di rilievo:
1955: durante il primo Festival di Salisburgo (Austria) organizzato nel dopoguerra vengono utilizzati i microfoni AKG. Un microfono unidirezionale è destinato appositamente a Herbert von Karajan.1955: Hans Hass usa prodotti AKG per girare il suo primo documentario sottacqua "Avventure in Mar Rosso", che vince il primo premio alla Biennale di Venezia.1972: le Poste Britanniche, per celebrare il 50° anniversario di nascita della BBC, emettono un francobollo speciale che riproduce microfoni storici, tra cui diversi modelli AKG.1991: AKG entra nello spazio grazie al progetto spaziale "Audimir" che usa prodotti AKG per simulazioni al di fuori dell'atmosfera terrestre (nella stazione spaziale MIR).1997: i microfoni wireless AKG partecipano al progetto "Arctic Northeast" della Società Radiotelevisiva Austriaca, fornendo qualità e prestazioni affidabili persino a basse temperature artiche.1999: remix della voce di Caruso portato a termine con microfoni Hearo 777.2003: lo scrittore di successo Dan Brown menziona i microfoni AKG in due dei suoi best seller "Il Codice da Vinci" e "La verità del ghiaccio."2006: AKG fornice suono di qualità per la Coppa del Mondo FIFA 2006 in Germania.

Top